Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa
Iscriviti alla nostra Newsletter
    
back > formazione > altri corsi > infopro

GIS livello base
Iniziative in evidenza
FORMAZIONE

HACCP
8 - 16 ore - orario 9.00-13.00
Attestato di frequenza
In programmazione
FORMAZIONE

Addetto antincendio basso/medio rischio
4/8 ore in orario 14.30 - 18.30
Scadenza iscrizioni: 08/05/2014
FORMAZIONE

Inglese livello A2

50 ore in orario 13.30 - 15.30
Attestato di frequenza
Scadenza iscrizioni: 08/04/2014

(QGIS e gvSIG)

 

SCADENZA ISCRIZIONI: non in programmazione

DURATA CORSO: 24 ore

 

A CHI È DIRETTO: A tutti i professionisti che operano con il territorio o che comunque, nello svolgimento della loro attivitą lavorativa, devono produrre ed operare con informazioni a carattere geografico o spaziale. Oppure a tutti coloro che intendono imparare ad utilizzare il programma per acquisire nuove competenze.

 

CALENDARIO DELLE LEZIONI: una volta a settimana in orario 19.00-21.00

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 240,00
Al momento dell'iscrizione € 30,00. Il saldo ad inizio corso.

SEDI DI SVOLGIMENTO: Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa - Via delle Fiascaie, 12 - Empoli

 

PERCHÉ PARTECIPARE: Per imparare ad utilizzare uno strumento di largo uso sia a livello privato (studi tecnici, di architettura, ecc..) che pubblico (Enti e amministrazioni locali). In particolare verranno approfondite le funzioni di analisi spaziale, differenti dai generici strumenti di mapping cartografico. Visto il largo utilizzo che ne viene fatto da Enti e Amministrazioni sia a livello locale che nazionale relativamente alla pianificazione paesaggistica. Puoi inserire anche la scheda di approfondimento che ti ho allegato nella mail di ieri.

 

PRESENTAZIONE DEL CORSO: I software GIS organizzano e memorizzano informazioni territoriali come una raccolta di strati tematici, che possono essere collegati in base alla loro posizione geografica. Un GIS lavora su tre aspetti principali:

  • Localizza nello spazio gli elementi;
  • Collega gli elementi a degli attributi (collocati in una tabella → Database relazionale);
  • Gestisce gli elementi e gli attributi come strati tematici;

Infatti  è capace di lavorare su più layer, strati informativi, come rappresentato nell’immagine a lato.
Per la pianificazione territoriale e la gestione del territorio è uno strumento necessario ai fini di una corretta e completa gestione delle informazioni.

CONTENUTI DI MASSIMA:

  • I GIS cosa sono e quali sono (con licenza e open)
  • I formati di lavoro, file vettoriali e raster
  • Interfaccia dei GIS
  • Interpretazione e lettura di una cartografia digitale, predisposizione di una Carta Tecnica Regionale
  • Vestizione degli elementi
  • Georeferenziazione
  • Impostazione layout
  • Editare e modificare elementi cartografici e tabellari

UTILITA' PROFESSIONALE: L'utilizzo dei software GIS è ormai alla base di qualsiasi attività che necessiti di analisi territoriali e tali software sono soventemente impiegati per la costruzione di Sistemi Informativi Territoriali.
I SIT vengono impiegati per diversi scopi dalle analisi ambientali a quelle socioeconomiche a quelle infrastrutturali, ecc. Di seguito ne vengono indicati alcuni impieghi:
- generare coperture di erosione potenziale (attraverso la sovrapposizione di dati territoriali relativi agli aspetti geologici, topografici, di uso del suolo, idrografici, ecc.);
- studiare la vulnerabilità degli acquiferi sotterranei (attraverso l’uso di modelli geografici che integrano i dati relativi alle falde sotterranee, agli aspetti geologici, idrogeologici e morfologici, all'uso del suolo, ecc.);
- simulare eventi catastrofici (analizzando le aree abitate interessate e prevedendo come, dove e quando intervenire per arginare i danni ed evacuare le zone colpite).
- pianificare e definire confini di aree di interesse naturalistico da porre sotto protezione (attraverso l'analisi integrata delle varie componenti ambientali ed antropiche);
- monitorare geograficamente, attraverso carte di isovalore, l'inquinamento dell'aria, delle risorse idriche, del mare e della terra;
- controllare l'evoluzione della pressione antropica sui territori di particolare valore ambientale.
- valutare il potenziale energetico territoriale;
- realizzare e gestire gli strumenti di Governo del Territorio, le varianti ed i piani attuativi (attraverso l'analisi della situazione di fatto e delle necessità prioritarie);
- analizzare i percorsi ottimali in funzione di vari fattori quali la distanza, il traffico, la pendenza, la tortuosità, i limiti di velocità imposti, ecc.;
- gestire gli interventi di ordinaria manutenzione e delle concessioni stradali.
- progettare la localizzazione ottimale di grandi opere (in funzione di varie informazioni territoriali quali la distribuzione demografica, l'uso del suolo, le caratteristiche geomorfologiche, le distanze dai potenziali utenti, le interconnessioni con altre opere ed infrastrutture, ecc.);
- valutare l'impatto ambientale (attraverso tecniche di sovrapposizione automatica dei vari tematismi ambientali con l'opera progettata e l'analisi geografica delle incompatibilità).

- possono essere impiegati per la costruzione di un "catasto energetico".

A titolo esemplificativo il professionista che si occupa di risparmio energetico può unire tutte le informazioni raccolte costruendo, o implementando, un Sistema Informativo Territoriale.
Guardiamo di seguito una veloce e semplice applicazione. In questo caso l’obiettivo è quello di costruire un “catasto energetico”, dunque di attribuire un consumo ed una classe energetica agli edifici:
A)Classificazione dell’edificato in base all’epoca di costruzione
B)Potremmo anche inserire un nuovo layer per esempio che rappresenti la tipologia costruttiva di ogni singolo edificio
C)Potremmo anche inserire un layer con la funzione prevalente dell’edificio. La diversa funzione determina consumi energetici diversi.
D)E’ possibile inserire tutte le informazioni che sono necessarie alla classificazione dell’edificato sulla base dei consumi energetici

Tutte le informazioni contenute nei diversi layer possono essere condensate in un unico strato informativo, ne risulterà che ad ogni edificio sarà attribuita una tabella con le informazioni.

Inoltre è possibile “interrogare”, con un apposito comando, ogni edificio che si apriranno le informazioni ad esso attribuite.
Ogni edificio, rappresentato sulla cartografia, sarà collegato ad una tabella che conterrà tutte le informazioni utili una “carta di identità”, in questo caso energetica, dell’edificio. Nella vista che segue, continuando dall’esempio precedente, sono stati rappresentati gli edifici che sono stati classificati secondo la classe energetica di appartenenza.L’edificio cerchiato di nero è stato “interrogato” ed è possibile consultare la tabella degli attributi con le tutte informazioni che abbiamo inserito. Questo è un passaggio molto importante che consente di gestire tutti i dati raccolti sul campo in maniera ordinata e georeferenziata nello spazio.Un altro aspetto interessante è che dopo la ricognizione su campo e l’inserimento dei dati raccolti su piattaforma GIS è possibile anche attribuire per ogni edificio, o solamente per alcuni, l’analisi termografica. Quindi:

Già con queste semplici e piccole applicazioni è possibile realizzare uno strumento molto utile di governo del patrimonio edilizio e dei suoi consumi.

Un altro aspetto fondamentale è che lavorando su un GIS si consegna sempre un lavoro aggiornato e soprattutto sempre aggiornabile!

Proposta di programma di utilizzo base, dei software liberi QGIS e gvSIG, con diverse dotazioni di tempo.

 

TITOLO RILASCIATO: Al termine del corso verrà rilasciato un Attestato di Frequenza

INFORMAZIONI & ISCRIZIONI:
Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa - dal Lun. al Ven. 9.00 - 14.00 / 14.30 - 18.45
Via delle Fiascaie, 12 - tel.: 0571 76650 fax: 0571 725041
e-mail: v.sieni@asev.it

 

DOCUMENTI PER L’ISCRIZIONE:
Domanda d'iscrizione

 

Informazioni generali sui corsi
É prevista la distribuzione di materiale didattico.
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza.
I corsi si svolgeranno presso la sede dell’ASEV, via delle fiascaie,12 – Empoli (FI).
L’eventuale utilizzo di altre sedi verrà tempestivamente comunicato.


Possibilità di finanziamenti a fondo perduto per la formazione (voucher)
É possibile richiedere voucher per la partecipazione ai corsi a seguito della pubblicazione di bandi da parte di Regione/Provincia/Circondario.
L’ASEV garantisce il servizio di presentazione della domanda all’Ente finanziatore.

 

I dati relativi all'organizzazione del Corso possono subire variazioni



©2014 - Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa Spa - Tel. 0571 76650 Fax 0571 725041 - Via delle Fiascaie, 12 - 50053 Empoli (FI)
Ufficio Registro Imprese di Firenze, P.IVA e C.F. 05181410480 - R.E.A. 526891 - Cap. Soc. I. V. 250.000,00 euro