Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa
Iscriviti alla nostra Newsletter
    
back > servizi alle imprese > progetti europei
Progetti europei

Progetti COMENIUS - Attività in corso

Vai al sito del progetto nano4m




 

Il programma settoriale Comenius riguarda tutto l'arco dell'istruzione scolastica, dalla scuola dell'infanzia fino al termine degli studi secondari superiori: risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento di tutte le persone, gli istituti e le organizzazioni coinvolte in questo tipo di istruzione.

Obiettivi specifici

  • Sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del suo valore
  • Aiutare i giovani ad acquisire le competenze di base necessarie per la vita e le competenze necessarie ai fini dello sviluppo personale, dell'occupazione e della cittadinanza europea attiva.

 

Gli obiettivi operativi del programma sono i seguenti:

  • migliorare la qualità e aumentare il volume della mobilità degli scambi di allievi e personale docente nei vari Stati membri
  • migliorare la qualità e aumentare il volume dei partenariati tra istituti scolastici di vari Stati membri, in modo da coinvolgere in attività educative congiunte almeno 3 milioni di allievi nel corso della durata del programma
  • incoraggiare l'apprendimento di lingue straniere moderne
  • promuovere lo sviluppo, nel campo dell'apprendimento permanente, di contenuti, servizi, soluzioni pedagogiche e prassi innovative basati sulle TIC
  • migliorare la qualità e la dimensione europea della formazione degli insegnanti
  • migliorare le metodologie pedagogiche e la gestione scolastica.

 

Progetto TACTICS - A Lifelong Game

Tactics – A Lifelong Game è un progetto coordinato da Verein multikulturell (Austria) e cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma Grundtvig (518201-LLP-1-2011-1-AT-GRUNDTVIG-GMP).

 

I principali risultati del progetto:

  • Offrire attività che rendono facile il superamento delle barriere linguistiche sulla base delle comuni esperienze delle persone della terza età incoraggiando la creazione nuovi contatti
  • Favorire la comunicazione tra le generazioni portando benefici all’interno dello stesso nucleo familiare
  • Riassumere le esperienze fatte in un manuale/guida rendendole disponibili a tutti gli individui e le istituzioni / organizzazioni che ne sono interessati. Dopo il progetto le esperienze e i risultati prodotti dovrebbero trovare inserimento nella didattica nei corsi di aggiornamento per gli assistenti domestici alle persone delle terza età, infermieri geriatrici e professionisti operanti nel sociale.
  • Insistere sulla cultura europea del gioco come metodo di apprendimento permanente

Partners europei del progetto:

I partners del progetto appartengono a 7 paesi (Verein Multikulturrell - Austria; Ieie - Germania; Mozaik - Turchia; Exchange House - Irlanda; Soros intern. House - Lituania; Goiztiri - Spagna;  Asev - Italia)

 

Il progetto Tactics intende:

  • Catalogare giochi conosciuti dal tempo dell’infanzia (incluse le basi: regole del gioco, chi gioca, dove, con quali opportunità) – con inclusione dei vari gruppi etnici.
  • Adattare i giochi alle esigenze degli anziani
  • Creare una collezione dei giochi per il “Lifelong Learning as a game” oppure il “Playfully for LLL”
  • Creare un manuale/guida

Durata del progetto: Ottobre 2011 – Settembre 2013

 

Progetto INNOSEE - Seeding Innovation: Training for Research-driven Clusters

Il progetto INNOSEEE, di durata biennale Ottobre 2011 – Settembre 2013, ha l’obiettivo di sviluppare competenze chiave e standard formativi per i Distretti Industriali orientati alla ricerca (RDC). Tali competenze non sono ancora definite all’interno dell’Unione Europea.  I moduli formativi saranno sviluppati e testati sulla base delle specifiche esigenze dei RDC e conterranno le specifiche necessarie alla loro implementazione in 6 diversi paesi europei.
Gli elementi maggiormente innovativi del progetto sono:
- Sviluppo delle competenze chiave e standard educativi per la formazione dei distretti industriali orientati alla ricerca (RDC).
- Sviluppo di moduli di apprendimento e-based per i manager e il personale dei distretti, in base alle loro specifiche esigenze.
- Collegamento in rete dei formatori.
- Una nuova area  di orientamento, che offrirà un punto di partenza per un ulteriore trasferimento di conoscenze.

Gli elementi maggiormente innovativi del progetto sono:
- Sviluppo delle competenze chiave e standard educativi per la formazione dei distretti industriali orientati alla ricerca (RDC).
- Sviluppo di moduli di apprendimento e-based per i manager e il personale dei distretti, in base alle loro specifiche esigenze.
- Collegamento in rete dei formatori.
- Una nuova area  di orientamento, che offrirà un punto di partenza per un ulteriore trasferimento di conoscenze.

Scarica la brochure del progetto

 

Progetto Meet the Need

Meet the Need è un progetto coordinato dall’Istituto di Ricerca della Croce Rossa (Austria) e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning misura Grundtvig (511016-LLP-1-2010-1-AT-GRUNDTVIG-GMP). Il progetto, che si svolge dal gennaio 2011 al dicembre 2012, intende di creare materiali didattici per i linguaggi delle professioni, da cui i facilitatori linguistici possano poi attingere per rispondere alle necessità dei loro apprendenti, nei corsi generali di lingua seconda.

 

Partner europei del progetto:
I partner del progetto appartengono a 6 paesi (Italia, Austria, Germania, Danimarca, UK, Romania) e si occupano di ricerca e formazione nell’ambito dell’insegnamento di L2.

In collaborazione con professionisti e insegnanti di lingua, verrà creato del materiale per l’insegnamento della lingua a scopi professionali con l’obiettivo di:

  1. migliorare la formazione professionale dei migranti
  2. migliorare e accrescere le possibilità di accesso al mondo del lavoro
  3. sostenere le possibità di integrazione dei migranti
  4. sostenere l’identità dei migranti in un contesto di lingua seconda (professionale)
  5. sensibilizzare i datori di lavoro a proposito delle sfide che i migranti si trovano ad affrontare nell’ambito lavorativo specifico

Tutto il materiale sarà raccolto in una Guida che includerà vari ambiti professionali.

Il progetto Meet the Need in dettaglio
I settori per i quali verranno prodotti questi materiali sono il turismo (alloggio e ristorazione), l'assistenza e cura della persona e il commercio (a dettaglio o ingrosso). Questa scelta è stata effettuata sulla base di un’analisi dati che ha evidenziato i settori in cui lavora il maggior numero di migranti, in ogni paese partner.
Il risultato finale del progetto sarà una raccolta di attività per l’apprendimento del linguaggio specifico di ogni professione, che potranno essere utilizzate e adattate in varie situazioni didattiche, in base alle esigenze degli apprendenti e del percorso formativo. La raccolta sarà tradotta in cinque lingue - italiano, danese, tedesco, inglese e rumeno - e messa in rete, per docenti e apprendenti. 

 

Fase 1: analisi dei materiali esistenti e identificazione di criteri di qualità
Fase 2: interviste a migranti, insegnanti, datori di lavoro
Fase 3: raccolta di materiale linguistico (vocabolario, espressioni, codici) specifico dell’ambito professionale
Fase 4: Creazione e raccolta di tutto il materiale in una Guida con la successiva diffusione attraverso vari canali e mezzi di comunicazione

 

Per ulteriori informazioni sul progetto: http://www.meet-the-need-project.eu/

 

Progetto BEQUAL+

Diffusione dello strumento di Benchmarking BEQUAL e della Comunità di Pratica per la garanzia della qualità nell’Istruzione e formazione professionale è un progetto coordinato dall’Agenzia Nazionale dell’IFP di Bulgaria e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning misura Leonardo da Vinci (2011-1-BG1-LEO05-05033). Il progetto, che si svolge dal ottobre 2011 al settembre 2013, prevede il trasferimento e la diffusione delle tecniche innovative per l’assicurazione della qualità nell’istruzione e nella formazione professionale, per migliorare i sistemi di qualità delle istituzioni dell’IFP attraverso la promozione dell’autovalutazione, del benchmarking di qualità e del lavoro in rete, già implementate da uno dei partner del progetto.

 

Gli obiettivi operativi del progetto BEQUAL+ sono i seguenti:

  • esaminare gli approcci esistenti nell’assicurazione qualità nei paesi dei partner
  • trasferire, adattare e sperimentare lo strumento di benchmarking di qualità in Bulgaria, Turchia e Italia
  • sviluppare le nuove versioni linguistiche del portale tematico, ovvero le versioni in bulgaro, turco e italiano
  • arricchire il portale tematico con contenuti, documenti, link, articoli, video
  • disseminare e promuovere lo strumento di benchmarking a livello regionale, nazionale e Europeo
  • collaborare nello sviluppo dei prodotti e delle pratiche dell’assicurazione di qualità.

Partner europei del progetto:
Il consorzio è costituito da 5 partner di 4 paesi: Bulgaria, Italia, Turchia e Grecia.
Il Partenariato include un ente pubblico responsabile per la politica IFP, due compagnie di consulting, un’università e un’agenzia formativa.

 

L’innovatività che il Progetto intende trasferire consiste in:

  • uno strumento elettronico di benchmarking per l’assicurazione di qualità nell’IFP, che offre agli erogatori dell’IFP la possibilità di paragonare i loro processi a quelli delle organizzazioni simili nel loro paese e/o in altri paesi Europei, per riuscire a identificare i loro punti forti e deboli e migliorarsi continuamente;
  • una rete web per la condivisione i sistemi di qualità e un centro delle Buone Pratiche che formano la Comunità di Pratica (CdP) nell’ambito dell’assicurazione di qualità nell’IFP;
  • un Portale Tematico inteso come punto di riferimento per i professionisti, i ricercatori e  i policy maker dell’IFP.

Il progetto Bequal+  in dettaglio
Basandosi sul contenuto specificamente elaborato e innovativo, BEQUAL+ adatterà e sperimenterà lo strumento di benchmarking per l’assicurazione di qualità nell’IFP, amplierà  CdP, coinvolgendo più paesi, e  migliorerà il portale tematico con delle nuove versioni linguistiche e nuovi contenuti. Il Progetto userà un quadro di principi comuni per il benchmarking di qualità dei soggetti erogatori dell’IFP, elaborato sulla base di metodologie appositamente scelte, e lo adatterà alle caratteristiche del sistema IFP dei paesi partecipanti e all’EQAVET. Il portale tematico sarà integrato con le versioni nazionali che comprenderanno le informazioni specifiche di interesse nazionale. Il Progetto darà l’opportunità di arricchire la collezione di Buone Pratiche e di ampliare CdP.

 

I principali risultati del progetto saranno:

  • un incremento delle capacità degli erogatori dell’IFP di sviluppare e migliorare la qualità delle loro pratiche e sistemi manageriali
  • una migliore capacità dei policy maker nell’individuare le questioni cruciali per l’assicurazione di qualità e nel definire le linee guida, portando l’assicurazione di qualità a un livello più alto.
  • acquisizione degli strumenti e delle pratiche facilmente incorporabili nei sistemi nazionali dell’assicurazione di qualità
  • acquisizione di una nuova visione della qualità dell’IFP nei paesi partecipanti in paragone con gli altri paesi Europei
  • incremento della conoscenza dell’EQAVET (Quadro di Riferimento Europeo per la garanzia di qualità dell’istruzione e formazione professionale) tra gli erogatori dell’IFP e i principali stakeholder
  • miglioramento dei sistemi di assicurazione qualità nell’IFP

 

Per ulteriori informazioni sul progetto: http://www.bequalplus.info

 

Progetto LARGE - Learning Augmented Reality Global Environment

Progetto LARGE -Learning Augmented Reality Global Environment è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning,  misura K3, uso di tecnologie informatiche per l'apprendimento (519195-LLP-1-BG-KA3-KA3MP).
Il progetto, con una durata di 24 mesi, è iniziato a ottobre 2011 e finirà a ottobre 2013.

L’obbiettivo di LARGE è quello di realizzare una piattaforma moderna  per l’insegnamento e l'apprendimento attraverso la realtà aumentata, creando un nuovo sistema che aiuterà gli istituti di istruzione e di formazione a divulgare i loro programmi di studio nel modo più attraente ed efficace per gli studenti.

 

Partner europei del progetto:
I partner del progetto appartengono a 5 Paesi dell'Unione Europea : Bulgaria (Magic Solutions e ITPIO), Lituania (Vilnius Gediminas Technical University), Romania (ISMB),  Italia (Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa),  Estonia (Tallinn University of Technology).

Il progetto LARGE in dettaglio
La realtà aumentata (dall'inglese “augmented reality”) è un avanzato sistema tecnologico interattivo che permette di oltrepassare in tempo reale i confini tra reale e virtuale, aumentando la realtà che ci circonda con spettacolari elementi multimediali che forniscono informazioni supplementari sull’ambiente esistente.
Lo scopo del progetto è quello di realizzare una piattaforma basata su questa tecnologia, semplificando il processo di creazione dei contenuti di realtà aumentata e quindi permettendo a tutte le istituzioni scolastiche e formative di trarre profitto dai suoi indiscussi vantaggi.
I gruppi target di LARGE sono le istituzioni a tutti livelli di istruzione: scuole elementari e secondari, università, istituzioni di formazione professionale, centri/agenzie di formazione per gli adulti.

Il progetto LARGE intende:

  • introdurre nuovi metodi di insegnamento, attuabili a diversi livelli nel sistema educativo;
  • incrementare l’attrattiva e quindi  l’efficacia delle risorse per l’istruzione;
  • portare l’insegnamento più vicino alla realtà;
  • aumentare la motivazione di tutte le persone implicate nel processo educativo/formativo;
  • stimolare la creatività, sia degli insegnanti che degli studenti;
  • sostenere e incoraggiare l’apprendimento basato sulla scoperta, aumentando la capacità di usare e capire qualsiasi tipo d’informazione intorno a noi.

Risultati del progetto LARGE dal punto di vista degli utenti:

  • una piattaforma basata sul web, usando il collegamento a Internet (Online);
  • una piattaforma basata sul computer (Intranet – reti locali – Offline);
  • la possibilità di creare applicazioni di realtà aumentata da soli, tramite lo strumento di sviluppo della piattaforma.
  • l’accesso a LARGE sarà gratuito e via Internet

 

Durata del progetto: ottobre 2011 - ottobre 2013

Per ulteriori informazioni sul progetto LARGE: m.balaj@asev.it

 

Progetto DAISS Job Matching Diagnostics for Assessing Soft Skills and Work Role Preferences

DAISS – Job Matching Diagnostics for Assessing Soft Skills and Work Role Preferences è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Lifelong Learning, sottoprogramma Leonardo da Vinci – Trasferimento dell’innovazione.
Il progetto ha la durata di 24 mesi: iniziato a settembre 2011, terminerà a settembre 2013.
DAISS si rivelerà uno strumento utilissimo sia per i datori di lavoro che per coloro che un lavoro lo
cercano. Ha infatti come obiettivo promuovere una tecnica innovativa di diagnosi per l’autovalutazione
delle competenze trasversali e delle preferenze per lo stile di lavoro delle persone in cerca di occupazione congiuntamente alle esigenze dei datori di lavoro.
Questo strumento on-line userà i dati elaborati insieme alle capacità tecniche richieste nelle offerte di lavoro, riuscendo in questo modo a trovare il miglior candidato per ogni posto di lavoro.

Partner europei del progetto:
I partner del progetto appartengono a 7 Paesi dell'Unione Europea :
Apricot Training Management (UK), Industry Watch Group (BG), Hellenic Regional Development Center (EL), Social Innovations Centre (LT), IPA SA Research Institute (RO), ASEV Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa (IT), Sociedade Portuguesa de Inovacao (PT), Forsas (IT). Si tratta di compagnie no-profit, non governamentali e di consulenza aziendale, agenzie formative, tutte attive nel campo della formazione, della occupabilità e dello sviluppo. 

Il progetto DAISS in dettaglio

La Confederazione Industriali Britannici indica che i datori di lavoro danno sempre più importanza ai  “soft skills”. Rientrano nella definizione di soft skills quell’insieme di “competenze trasversali” costituite da abilità personali relazionali e sociali, che si riflettono nell’atteggiamento che le persone hanno nei confronti del lavoro. Il progetto deve testare, trasferire e sperimentare lo strumento di diagnosi per l’autovalutazione delle competenze sociali, insieme alle esigenze dei datori di lavoro

Il progetto DAISS intende:

  • Essere un banco di prova per la diagnosi on-line delle competenze sociali nella ricerca di lavoro ed avere come risultato un prodotto migliore con applicabilità multinazionale
  • Creare maggiore comprensione sull’importanza delle capacità sociali nelle decisioni di assunzione del personale

Risultati del progetto DAISS:

  • Strumento di diagnosi per la ricerca di lavoro disponibile in 7 lingue europee
  • 30 nuove pagine web promozionali/informative sul sito www.selfawareness.org.uk
  • 30 docenti delle agenzie di formazione professionale formati per usare il nuovo strumento ( 3-4 per ogni partner)
  • 400 adulti nei target groups (50 per ogni partner), avranno la possibilità di fare i test di diagnosi per la consapevolezza di sé (self awareness)
  • 80 imprenditori (titolari di piccole e medie imprese) parteciperanno alle attività di verifica dello strumento di ricerca
  • Un manuale di istruzioni in 7 lingue

 

Durata del progetto:settembre 2011 - settembre 2013

Per ulteriori informazioni sul progetto DAISS: m.balaj@asev.it or  www.selfawareness.org.uk

 

Progetto CIVICO - Fostering Civic Competence Amongst Students

CIVICO Fostering Civic Competence Amongst Students è un progetto coordinato da ASEV Agenzia Sviluppo Empolese Valdelsa e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning misura COMENIUS (510496-LLP-1-2010-1-IT-COMENIUS-CMP).
Il progetto, che si svolgerà dal gennaio 2011 al gennaio 2013, ha come obiettivo promuovere il senso civico, considerato dalla commissione europea come una delle 5 competenze chiave per lo sviluppo dell'apprendimento permanente, fra gli studenti delle scuole secondarie superiori europee, tramite la stesura di una Guida, diretta agli insegnanti, contenente le indicazioni per una diffusione concreta del senso civico fra gli studenti. In particolare la Guida, scritta nelle 5 lingue dei paesi partner, conterrà 50 lessons plan da utilizzare con studenti di età maggiore di 14 anni.

Partner europei del progetto:
I partner del progetto appartengono a 5 Paesi dell'Unione Europea (IT, DK, PL, UK, BG) e sono Scuole Secondarie Superiori, Agenzie Formative e Università esperti e attivi nel campo dell'educazione.

Il progetto permetterà di diffondere il senso civico in maniera massiva: l'obiettivo è coinvolgere più di 1500 insegnanti e circa 3000 studenti di tutta Europa nel progetto.

 

Il progetto CIVICO in dettaglio
Il senso civico può essere definito come “l'abilità e la volontà di impegnarsi in una partecipazione attiva, basata su un atteggiamento di fiducia negli altri, in tutti i contesti della vita sociale: scuola, comunità locale, luoghi di lavoro, attività ricreative”. Da un punto di vista individuale, la competenza civica, è uno strumento fondamentale per conferire maggior potere all'individuo dando ad esso la motivazione, l'autonomia e la responsabilità per controllare la propria vita al di là delle circostanze sociali nelle quali si trovano. Da un punto di vista sociale, il senso civico, aiuta a creare capitale sociale, rinforzare la democrazia e lo sviluppo sociale ed economico.

Il progetto CIVICO intende:

  • Promuovere il senso civico fra gli studenti delle Scuole Europee
  • Sviluppare e sperimentare una Guida pratica che supporti gli educatori nell’insegnamento del senso civico fra gli studenti europei maggiori di 14 anni.
  • Diffondere le buone prassi sperimentate e implementate grazie alla Guida anche fra altri stakeholders (scuole, dirigenti scolastici, associazioni di insegnanti, ricercatori, politici, volontari, associazioni del terzo settore)

Durata del progetto: gennaio 2011 - gennaio 2013

 

Per ulteriori informazioni sul progetto CIVICO: www.civicoproject.eu

 

Progetto WBS - Web Based Jobsearch Support

Vai al sito del progetto WBSLa Strategia Europea per l’occupazione prevede che tutti i disoccupati adulti debbano avere accesso a servizi di accompagnamento al lavoro, con lo scopo di comprendere meglio i propri bisogni, redigere un piano di azione personalizzato per la ricerca del lavoro ed essere sostenuti durante le fasi di ricerca.
I servizi di accompagnamento al lavoro ed orientamento specialistico sono di norma costosi poiché prevedono la presenza di consulenti di orientamento esperti, un lavoro a piccoli gruppi o addirittura percorsi individualizzati.
Le nuove tecnologie informatiche permettono di estendere tali servizi ad un pubblico più ampio fornendo accesso ad informazioni efficaci senza limiti di distanza o di orario: i siti social network si stanno dimostrando strumenti efficaci per promuovere forme di aiuto reciproco fra utenti e per migliorare e diffondere l’accesso ai servizi grazie alla loro peculiare struttura che massimizza l’interazione tra utenti e dà loro la possibilità di accedere a comunità virtuali di persone con interessi e condizioni di vita simili.

 

Il progetto WBS (Web Based Jobsearch Support) ha come obiettivo quello di sviluppare e sperimentare una metodologia basata su un sito di social network per fornire a disoccupati adulti un servizio di orientamento specialistico a distanza finalizzato alla ricerca del lavoro e sviluppo di un progetto professionale.

Partner europei del progetto:

  • National Trading Found di Praga, Repubblica Ceca

  • BFE Business Foundation for Education di Sofia, Bulgaria

  • Skupina Kariera di Lubiana, Slovenia

  • ECORYS di Varsavia, Polonia

  • DEP Institut d’Etudis i Professions di Barcellona, Spagna

Il progetto viene realizzato da un partenariato fra 6 diverse strutture europee che si occupano di formazione professionale, orientamento e sostegno alla ricerca del lavoro e tecnologie informatiche. Il progetto vedrà la partecipazione anche dei centri per l’impiego locali con l’obiettivo di coinvolgere il numero più alto possibile di disoccupati in 8 diversi stati dell’U.E.:  auspichiamo che almeno 3.000 di questi possano partecipare attivamente alla sperimentazione di questa metodologia.
Gli stati coinvolti sono: Bulgaria, Italia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna.

 

Durata del progetto: gennaio 2010 - dicembre 2011

 

Il progetto WBS è coordinato dall'ASEV.

 

Per ulteriori informazioni sul progetto WBS: www.supportolavoro.it


Progetto IMPROVE - Improving Validation of Not-Formal Learning in European Career Guidance Practitioners

Improve Improving Validation of Not-Formal Learning in European Career Guidance Practitioners è un progetto coordinato da ASEV Agenzia Sviluppo Empolese Valdelsa e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning misura Grundtvig (510640-LLP-1-2010-1-IT-GRUNDTVIG-GMP). Il progetto, che si svolge dal gennaio 2011 al dicembre 2012 prevede lo sviluppo e la sperimentazione di un dispositivo per la validazione della competenza degli operatori di orientamento. Il dispositivo sarà basato sulle Linee Guida Europee per la validazione dell’apprendimento non formale messe a punto da CEDEFOP

 

Il progetto permetterà:

  • Di capire come sono strutturati alcuni dispositivi per la validazione della competenza degli operatori di orientamento esistenti in alcuni Paesi europei
  • Quanto questi dispositivi sono efficaci e come possono essere migliorati
  • In che misura le Linee Guida CEDEFOP possono essere applicate a tali dispositivi.
Partner europei del progetto:
I partner del progetto appartengono a 6 Paesi (IT, CZ, ES, EL, BG, DE) e si occupano di ricerca e formazione nell’ambito dell’orientamento.

Il progetto IMPROVE in dettaglio
L’orientamento gioca un ruolo fondamentale nel promuovere la partecipazione l’inserimento nella vita attiva, ma nella maggior parte dei Paesi europei le professioni dell’orientamento non sono riconosciute e la formazione nel settore è basata sull’apprendimento non formale.

Alcuni dispositivi sono stati sviluppati negli ultimi anni per la validazione della competenza degli operatori (ad esempio ENTO, ISO, MEVOC, EAF, IAEVG, CEDEFOP 2009) e altri ancora sono in via di sviluppo.
Nel 2009 CEDEFOP ha prodotto le Linee Guida Europee per la validazione dell’apprendimento non formale.

Il progetto intende:
  • Studiare la coerenza di 5 dispositivi esistenti con le Linee Guida Europee e se necessario dare indicazioni per renderli maggiormente compatibili
  • Sviluppare e sperimentare una Guida alla validazione dell’apprendimento non formale negli operatori di orientamento coerente con le Linee Guida Europee. La Guida sarà sperimentata nei diversi Paesi partner con 120 operatori

I principali risultati del progetto saranno:

  • Uno studio su 5 dei dispositivi esistenti
  • Lo sviluppo della metodologia per la validazione dell’apprendimento non formale, che sarà descritta nella Guida
  • La sperimentazione della metodologia con 120 operatori.

 

Durata del progetto: gennaio 2011 - dicembre 2012

 

Progetto L-PACK

Vai al sito di L-PackCitizenship Language Pack For Migrants in Europe (L-pack) è un progetto coordinato da Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa (ASEV) e cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Lifelong Learning misura K2 Languages (511529-LLP-1-2010-1-IT-KA2-KA2MP). Il progetto, che si svolge dal gennaio 2011 al giugno 2013, prevede l’elaborazione e la sperimentazione di un manuale per l’apprendimento di L2.

 

Partner europei del progetto:
I partner del progetto appartengono a 6 paesi (IT, CZ, DE, ES, EL, LT) e si occupano di ricerca e formazione nell’ambito dell’insegnamento di L2.

Il progetto L-Pack in dettaglio
Il contenuto di L-Pack, che è rivolto ad adulti con competenza linguistica livello A2, sarà focalizzato sugli argomenti di maggior interesse per coloro che arrivano nel nuovo paese, quali l’accesso al mercato del lavoro locale e nazionale, colloquiare sul posto di lavoro ect. Per ogni lingua verranno realizzate dodici unità didattiche di 180 pagine con 60 esercizi, dialoghi e video.

Il progetto intende:
  • effettuare un’indagine preliminare dei bisogni tra 70 insegnanti di L2 e 280 migranti.
  • svolgere i workshops - la formazione rivolta agli insegnanti sull’uso di L-pack
  • sperimentare il materiale prodotto
  • offrire il supporto agli studenti tramite Helpdesk

I principali risultati del progetto saranno:

  • la realizzazione di un manuale per l’apprendimento di L2
  • la realizzazione di una breve guida indirizzata ad insegnanti di L2 e una per i migranti riguardo all’utilizzo del manuale L-Pack
  • la diffusione dei materiali in Wikibooks, Youtube, Mypodcast.

Per ulteriori informazioni sul progetto: www.l-pack.eu

Progetti realizzati
    Progetto PRESTO
  • Peer Related Education Supporting Tools
    Progetto PSS
  • P.S.S. Promoting Social Skills
Iniziative in evidenza
FORMAZIONE
TOP LEVEL
Corsi di Marketing & Gestione
8 corsi per il management dell'azienda dalla comunicazione alla contabilità
FORMAZIONE
SPEAK UP
Corsi di lingua
13 corsi di lingua: inglese, spagnolo, francese, tedesco, cinese, russo e arabo
FORMAZIONE
SAFETY
Corsi su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
dal rls e l'haccp fino alla gestione dei rifiuti
© 2014 - Agenzia per lo Sviluppo Empolese Valdelsa Spa - Tel. 0571 76650 Fax 0571 725041 - Via delle Fiascaie, 12 - 50053 Empoli (FI)
Ufficio Registro Imprese di Firenze, P.IVA e C.F. 05181410480 - R.E.A. 526891 - Cap. Soc. I. V. 250.000,00 euro